STAMPA PAGINA
 

Governance aziendale

Il consiglio di amministrazione è responsabile della gestione e dell'amministrazione dell'azienda e ne stabilisce gli obiettivi e i valori strategici, supervisionando la gestione esecutiva che si occupa delle attività operative dell'azienda. Il consiglio si occupa di inviare report aggiornati sulle performance dell'azienda agli azionisti e, in tale ambito, riteniamo di aver conseguito i nostri obiettivi anche per il prossimo anno, grazie ai requisiti rivisti del codice di corporate governance del Regno Unito (secondo quanto definito di seguito); pertanto il report sarà giusto, bilanciato e comprensibile. Continuiamo a credere che il nostro consiglio possa avvalersi della diversità e di esperienza, indipendenza e conoscenza dell'azienda per adempiere ai propri doveri e responsabilità con successo.

Nel report, cerchiamo di spiegare le modalità in cui l'azienda viene diretta e controllata, descrivendo la composizione e il lavoro del consiglio e della commissione, l'approccio adottato per garantire che i membri del consiglio conoscano le nostre attività e quanto essi le giudichino efficaci. Il report illustra inoltre gli obiettivi e il controllo esecutivi nonché le strutture e le procedure della nostra corporate governance.

Durante l'anno, l'azienda ha annunciato la nomina del nuovo Chief Executive, effettiva dal 1° luglio 2013. Durante l'anno, si sono verificati diversi altri cambiamenti all'organico del consiglio esecutivo (secondo quanto espresso di seguito), in vigore dal 1° luglio 2013 (secondo quanto mostrato nelle biografie dei direttori e dei membri del consiglio esecutivo. Anche le modalità di lavoro del consiglio sono cambiate ed esse vengono descritte di seguito nel report sulla corporate governance.

Le principali norme in materia di corporate governance applicabili alle aziende del Regno Unito quotate presso la London Stock Exchange (LSE) per l'anno fiscale terminato il 30 giugno 2013 sono contenute nel Codice per la corporate governance del Regno Unito (e successivi aggiornamenti) e pubblicate dal Financial Reporting Council (FRC) nel maggio 2010 (il Codice) e nelle norme di listing della UK Financial Conduct Authority (FCA), secondo cui le aziende presenti nel mercato principale della LSE devono descrivere, nel proprio report annuale, la corporate governance da due punti di vista: per prima cosa, indicando le modalità di applicazione dei principi del Codice e, in secondo luogo, l'eventuale non applicazione delle norme contenute nel Codice stesso. Assieme, le due descrizioni consentono di offrire agli azionisti un quadro delle predisposizioni di governance in relazione al "Code", quale criterio di good practice. Diageo è rimasta conforme a tutti i requisiti previsti nel Codice per l'intero anno. Il Codice è disponibile al pubblico in "Corporate Governance" sul sito dell'FRC, www.frc.org.uk.

Diageo deve inoltre risultare conforme alle regole di governance contenute nell'"FCA Disclosure and Transparency Rules", nonché a determinate predisposizioni correlate del "Companies Act 2006" ("Act"). Oltre a dover rispondere alla legislazione e alle pratiche del Regno Unito, in quanto azienda quotata nella Borsa di New York (NYSE), Diageo è soggetta ai requisiti per la quotazione del NYSE e alle regole della commissione SEC (Securities and Exchange Commission). La conformità alle predisposizioni della normativa USA "Sarbanes-Oxley" del 2002 (SOX), valida per gli emittenti stranieri, è continuamente monitorata. Per quanto i direttori considerino solide le pratiche di corporate governance in atto, non si escludono eventuali modifiche alla luce delle nuove regole adottate, in qualunque momento. Diageo si conforma alle pratiche britanniche in materia di corporate governance; le differenze con gli standard del NYSE sono riepilogate all'interno del report per la corporate governance e in questo sito Web. Il report illustra inoltre le modalità di applicazione dei principi del Codice in materia di governance corretta, insieme alle relative normative del SOX, alle leggi e alle norme applicabili.

Termini di riferimento dei comitati del consiglio di amministrazione

www.drinkiq.com